I Mammoni Reality in salsa gay



Su Italia 1 ha preso il via un nuovo reality show. “Che rottura”, direte voi…. E, in effetti, ultimamente l’asfittico panorama televisivo italiano ha decisamente un po’ stufato, con format che si assomigliano un po’ tutti fra loro e meccanismi autorali che ormai anche il meno attento degli spettatori ormai ha smascherato. Ebbene, nonostante tutto, di questo ‘Mammoni’ non possiamo non parlare. E lo facciamo perché, forse per la prima –vera- volta, uno dei protagonisti di questo reality è un ragazzo dichiaratamente omosessuale. Nulla a che vedere con i concorrenti del Grande Fratello, per intenderci. In ‘Mammoni’, il meccanismo del gioco racchiude già in sé una piccola vittoria per il mondo lgbt. In questo reality show di Italia 1 infatti, protagonisti sono 5 scapoloni che, grazie all’ausilio delle rispettive mamme –delle quali seguono assolutamente i consigli e che quindi avranno molta voce in capitolo-, dovranno cercare moglie/marito. Già il fatto che una mamma sia così tranquilla nei confronti del proprio figlio gay (il ballerino di Pavia Pierpaolo Lisca), non può non rappresentare un segnale positivo. Ma in più, il fatto che il programma sia volto a fare ‘sposare’ i concorrenti (quindi anche Pierpaolo Lisca), fa si che passi con relativa tranquillità l’argomento dei matrimoni gay, anche se in Italia, come ben sappiamo, siamo ancora lontani dall’attuazione legale di tale unione. Tutti questi elementi, volenti o nolenti e a prescindere dalle motivazioni di natura commerciale dalle quali è stato partorito, rendono ‘Mammoni’ un programma televisivo veramente unico nel suo genere, almeno per quanto concerne la nostra bigotta ed ipocrita tv generalista…