Roma Fiction Fest: una serie cartoni gay tutta da vedere



Roma, Fiction Fest: tra i tantissimi prodotti audiovisivi presentati nell’importante manifestazione internazionale dedicata alle serie tv, web e alle fiction, viene anche presentata una serie cartoon che –ne siamo certi- farà parlare molto di sé. Si chiama “Rick &Steve: The Happiest Gay Couple in All the World”, ed è considerata una delle serie cartoon più irriverenti della televisione. In onda su Cubovision (Tv personale e multipiattaforma di Telecom Italia), la serie è già alla sua seconda stagione, presentata in anteprima nella vetrina del festival capitolino. Creata da Q. Allan Brocka, “Rick &Steve: The Happiest Gay Couple in All the World” è una serie volutamente ‘politicamente scorretta’, scritta con uno stile umoristico marcato, a tratti cinico ma sempre estremamente intelligente. Ecco come ama presentare la sua serie il suo creatore: “Benvenuti nel più gay dei ghetti gay, West Lahunga Beach,
un quartiere trendy con un fuso orario tutto suo. È qui che abitano Rick e Steve, in una favolosa casa due-ingressi-nessun-bambino: volano gli insulti, niente viene taciuto, e la spaventosa, amara verità sul paradiso domestico non è mai apparsa tanto affascinante”. Ovviamente da noi in Italia un prodotto siffatto potrebbe di certo suscitare le ire di tanti –i ‘soliti noti’- ma altrove, dove i prodotti di un certo livello vengono valutati nella loro totalità (contenuto e qualità nella realizzazione), la serie è stata molto apprezzata e premiata. Come ‘Cartoon on The Bay’, importante rassegna internazionale che ha riconosciuto a questa serie, nel 2008, il Premio ‘miglior serie televisiva dell’anno’. Ecco la trama di “Rick &Steve: The Happiest Gay Couple in All the World”: ci sono tre coppie omosex, formate da Rick e Steve, Chuck e Evan, e Dana e Kirsten, che vivono nel “ghetto gay” di West Lahunga  Beach (ovviamente del tutto inventato…). La loro vita è esattamente uguale a quella di qualsiasi altra coppi al mondo: ci si ama, si litiga, si fanno insieme progetti –realizzabili o meno- ci si confronta. Sempre con ironia irriverente, fuori dagli schemi. Una serie sicuramente da seguire!