Toilette per… omosessuali. Accade in Brasile



 

Ebbene si: dopo i bagni con su scritto ‘uomini’ e quelli con su scritto ‘donne’, adesso è nata la prima toilette ad uso esclusivo di omosessuali! E’ successo in Brasile, a Rio De Janeiro, dove all’interno di una famosa scuola di samba, la Mocidade Unida, si è presa la decisione di introdurre un bagno solo per omosessuali, lesbiche e trans. La decisione di costruire un bagno ad hoc di questo tipo, è nata dopo le lamentele insistenti di alcuni travestiti che, soprattutto nel periodo delle prove del famoso carnevale (che sono lunghe e faticose), quando entravano nella toilette venivano insultati in maniera molto pesante e sgradevole. Se entravano nei bagni dedicati agli uomini, questi li insultavano con volgarità indicibili, se entravano in quello delle donne, succedevano grandi scandali e scene di isteria collettiva.

Così, il proprietario della scuola, Carlos Eduardo da Silva detto ‘Dudu’ di 35 anni ed omosessuale anch’egli, ha preso la storica decisione: un bagno dedicato ai gay con su la scritta ‘Gls’, cioè Gay, Lesbiche e Simpatizzanti, che svetta accanto alle toilette ‘ele’ cioè ‘lui’ e ‘ela’, cioè ‘lei. Ma la toilette per gay non è piaciuta a tutti, in particolare ad un rappresentante del Nucleo dei Diritti Umani dell’Università Federale di Minas Gerais, Marco Aurelio Prado che ha così commentato la creazione della storica latrina: “Immaginatevi un pò come sarebbe se ci fossero toilettes solo per neri o bianchi: è una forma di rimandare i problemi alle calende greche e di non discuterli nella comunita’ “. Non si può sempre accontentare tutti…